Storia

Indice

* L’AFC Azzurre
* L’ASD Femminile Romano
* ed infine il Femminile Inter Milano

Storia dell’AFC Azzurre

La Società AFC Azzurre nasce ad Abbiategrasso il 1° settembre 1982

La città di Abbiategrasso nel lontano 1982 non ha dato segni alla grande opportunità del calcio femminile.
Le ragazze si allenavano sul campo della ditta OLMA mentre il campo in cui disputavano le partite ufficiali era a Casorate
Primo, sino al 1994/1995. Da questa data il trasferimento a Corsico; allenamenti sul campo Travaglia (Parco Travaglia) e circa un anno dopo anche il campo Fermi sempre a Corsico.

Dopo tanti sacrifici non tardano ad arrivare anche i risultati,e nel campionato 2006/07 la squadra sfiora la serie B. Le categorie giovanili sono il fiore all’occhiello della società e lo hanno dimostrato vincendo per due anni consecutivi il campionato Regionale Giovanissime a 7 e guadagnandosi la partecipazione all’esibizione Nazionale per la regione Lombardia a Coverciano,nel 2006 vincono la coppa disciplina. La categoria Allieve vince a man bassa il campionato 2005/06. Le ragazze Allieve nel 2006 vengono a far parte della categoria Primavera arrivano terze fallendo per poco l’accesso alle fasi Nazionali. Sempre la categoria Primavera ben si comporta al torneo “Como CuP” nel 2006 battendo in finale allo Stadio Senigallia di Como la più quotata Fiamma Monza questa vittoria comporta la partecipazione al Torneo Internazionale “World Cup” di San Marino nel 2007 e arriva terza battuta in semifinale ai rigori dalla squadra svedese del Malmoe. Ciliegina sulla torta sono le convocazioni nelle varie Rappresentative Regionali.

Il calcio femminile è entrato a far parte della FIGC nel 1987 con campionati di serie A – B -C- D.

Successivamente sono nati, per volere della FEDERAZIONE anche la categoria delle GIOVANISSIME e della PRIMAVERA.

Ma la storia di questa società deve passare obbligatoriamente dalla storia di un’altra squadra, il Femminile Romano con la quale è stata fatta di recente una fusione.

Storia dell’ASD Femminile Romano

Siamo alla fine degli anni 90 presso la polisportiva Giorgella di Corsico, l’allora direttore generale Bruno Melani con grande intuito e caparbietà fonda il “settore calcio femminile” in una polisportiva che vanta 15-20 compagini maschili.
Negli anni 1997-1998-1999 il suo grande lavoro si concentra al reclutamento e costruzione del settore con l’insegnamento delle basi del gioco del calcio.

Si setacciano oratori e scuole e ci si avvia al settore agonistico con circa una ventina di tesserate che fanno esperienza nel campionato di serie D provinciale.

Nella stagione 1999-2000 viene chiamato ad allenare la squadra Fabio Merlini proveniente da una vicina e rivale società femminile. Arrivano nuove giocatrici grazie al lavoro di Melani ed addirittura un’intera squadra giovanile proveniente da un importante società di serie A femminile.

Nel 2004 la struttura muta radicalmente, Merlini viene promosso a direttore sportivo del settore, arriva Gasparotto Leo per allenare la squadra e Baccarani Riccardo da dirigente diventa responsabile dello sviluppo del settore e della scuola giovani calciatrici aiutato sul campo dallo stesso Merlini e dall’ex giocatrice Vennucci Francesca.

sono anni di gran lavoro con vari interventi strutturali e vengono pian piano inserite nella rosa di prima squadra giocatrici di grande valore con la conseguente e naturale selezione tipica di chi vuole crescere e migliorare.

Cominciano i primi scambi di giocatrici con altre società ed in uno di questi approdano un gruppo di eccellenti giocatrici provenienti dalle rivali di sempre in cambio di un paio di giovani, che aumentano ulteriormente esperienza e valore del gruppo.

Ora il giusto mix per vincere è servito: esperienza, qualità ed un ottima guida tecnica in Gasparotto permettono nella stagione 2004-2005 di disputare e vincere i playoff ed accedere alla serie C.

Nel maggio 2006 la dirigenza della polisportiva Giorgella si dimette e ci si avvia al doloroso scioglimento conseguente della società, ma le ragazze meritano di continuare a volare.

Merlini e il presidente vicario Lobriglio Domenico sentito il parere favorevole da parte della federazione, decidono di operare la scissione del settore femminile dalla polisportiva e sul filo di lana dei termini federali viene costituita la società A.S.D. Femminile Romano di puro settore femminile.

I fondatori oggi piu’ che mai sono fieri che sia stata fatta la cosa piu’ giusta

mantenere in vita questo stupendo ed ormai fortissimo settore femminile era doveroso.

Durante la stagione 2006-2007 si è ospiti presso la società Quinto Romano e si iscrivono due squadre:serie C FIGC che si classifica seconda e CSI a sette che vince il campionato ed approda in eccellenza, viene inoltre fatta incetta di primi posti nei tornei vari di fine stagione.Nonostante cio’ a chiusura della stagione problemi tecnici e gestionali costringono Merlini e Lobriglio ad operare l’ennesima rivoluzione.

Nel 2007-2008 ci si sposta ospitati presso la società A.S.Lorenteggio, viene chiamato il validissimo ed esperto Malaspina Maurizio alla guida della serie C con la conferma del grande secondo Enrico Vasta (figura mitica presente sul campo sin dagli inizi del femminile nella polisportiva Giorgella) e rientra come prezioso dirigente tuttofare Naimor Giancarlo.Vengono effettuati un paio d’ innesti di valore in una rosa ormai matura e storicamente basata su un gruppo unito e consolidato negli anni.

Nonostante un avvio stentato dovuto solo all’ambientamento del nuovo tecnico si comincia a fare sul serio, con il calcio che conosciamo a memoria e meglio sappiamo fare la squadra diventa una macchina da goals.Vince il campionato con due giornate di anticipo e fa sua anche la Coppa Lombardia.Un gran bel salto di qualità grazie al lavoro di tutti.

ll gruppo sulle ali dell’entusiasmo e della consapevolezza sulla propria forza è pronto a volare verso la serie B nazionale.Purtroppo la dirigenza nonostante la propria volontà e a causa di problemi imprevisti non è pronta economicamente per una stagione con costi importanti. Dopo estremi tentativi si decide che per il bene del gruppo sia giunto il momento di passare la mano.Merlini e Lobriglio cedono a titolo completamente gratuito la società perchè credono che il sogno delle ragazze debba continuare comunque.

Quanta paura sino all’ultimo giorno utile per iscriversi, ma grazie alla volontà ed impegno economico di alcuni familiari e sostenitori si trova una soluzione concreta in appoggio ad un’altra società del settore.

Storia dell’ASD Femminile Inter Milano

Nasce nel 2007 dall’accorpamento di alcune giocatrici dell’ASD Femminile Romano, sotto la guida della nuova presidenza di Elena Tagliabue capace di dare la svolta alla società e portarla in netto miglioramento con il passare degli anni.

Società partita da 65 atlete e arrivata ad oggi con ben 160 dalle più piccole fino alla prima squadra, quest’ultima passata da un campionato di serie C fino alla serie A2, campionato disputato quest’anno con l’obbiettivo per l’anno prossimo della categoria superiore.

QUESTA è LA VERA STORIA DI UN SOGNO. IL RESTO è IL PRESENTE.

 

TO BE CONTINUED…